VACCINI: cosa c'è da sapere?//Incontro di in-formazione a cura del Mini Ambulatorio
a year ago
Spazio Popolare Neruda
Corso Ciriè 7, 10124, Torino
dibattitopresentazione

Cosa è un vaccino? Come funziona?
Quali vaccini sono disponibili al momento contro il Covid-19 e in che modo sono diversi tra loro?
Come funziona e chi gestisce il sistema vaccinale?
Vaccini e possibilità di viaggiare in paesi europei ed extraeuropei?

Queste sono alcune delle domande a cui cercheremo di rispondere nel dibattito organizzato la Mini-Ambulatorio dello spazio Popolare Neruda.

PERCHE' ORGANIZZARE DEGLI INCONTRI DI FORMAZIONE E INFORMAZIONE APERTI A TUTTI E TUTTE?

La salute e il benessere, ce lo ha reso chiarissimo il Covid, è la base per una vita dignitosa. Spesso però molte delle conoscenze e delle competenze che riguardano il nostro corpo e la nostra salute sono delegate e/o gelosamente custodite dalle categorie professionalizzate.

Questo non significa che tutt si possono sostituire a medic, infermier e/o operat sanitar*, ma che una giusta formazione e informazione, nonché l'acquisizione di piccole competenze (per esempio: come leggo un saturimetro?) sono una ricchezza che dovrebbe essere quanto più diffusa in tutta la popolazione. In una città dove le strutture sanitarie territoriali e gratuite scarseggiano enormemente, una formazione di base, ma diffusa e collettiva permette la possibilità per tutti di adottare dei comportamenti più sani, di aiutarsi l'un l'altra in caso di necessità, e a volte anche di non cadere in vortici di disinformazione (ufficiale e non) e di speculazione (se so usare la macchina per misurare la pressione non dovrò più andare in farmacia a spendere soldi).

PERCHE' PARLARE DI VACCINI?

Non tutti e tutte sono stat inserit all'interno della campagna vaccinale, quindi essere consapevoli è ancora molto importante. La regione Piemonte, nonostante la militaresca campagna vaccinale, dove le dosi di vaccino vengono chiamate "munizioni" e il suo sponsor ufficiale è un militare in alta uniforme, rimane una delle regioni in cui gli esami di prevenzione sono più costosi, in cui tante categorie cosiddette di "marginali" ad alto rischio che non hanno diritto nè ai tamponi nè al vaccino. Tantissime persone razzializzate sono state tagliate fuori per un semplice fattore burocratico che sarebbe facilmente risolvibile... basterebbe solo volerlo! Ma i governi sono interessati solo a salvare i profitti di aziende e speculatori, e di rilanciare un turismo del consumo, poco importa del benessere delle persone e dei territori.

Il vaccino per ora è l'unica soluzione esistente a fermare la pandemia di covid-19, ma non per questo deve essere considerata l'unica o infallibile.
Poter vivere questi mesi tutelando se stess* e chi ci sta intorno, è un prerequisito fondamentale per il benessere psichico, ed è possibile farlo solo grazie ad un modello di salute diverso: territoriale, accessibile, preventivo!

SERVE UN DIVERSO MODELLO DI SALUTE!

(ENG)

What is a vaccine? How does it work?
What vaccines are currently available against Covid-19 and how are they different?
How does it work and who manages the vaccination system?
Vaccines and the possibility of traveling to European and non-European countries?

These are some of the questions we will try to answer in the debate organized by the Neruda's Mini-Clinic.

WHY DO WE ORGANIZE TRAINING AND INFORMATION MEETINGS OPEN TO EVERYONE?

Covid has made it very clear to us: health and well-being is the basis for a dignified life. But many of the knowledge and skills that concern our body and our health are delegated and/or jealously guarded by professional categories.

This does not mean that everyone can replace doctors, nurses and other health workers. Training and information are a wealth that should be widespread to the whole population (as well as the acquisition of some skills, for example, how do I read an oximeter?). In our city local and free health facilities are enormously scarce, so basic but widespread and collective training allows to get healthier behaviors, to help each other in case of need, and sometimes even not to fall into vortexes of disinformation (official and unofficial) and speculation (if I know how to use the machine to measure blood pressure, I will not go to the pharmacy to spend money).

WHY DO WE TALK ABOUT VACCINES?

Not all have been included in the vaccination campaign, so being aware is still very important. Piemonte region took a militaristic vaccination campaign, where vaccine doses are called "ammunition" and its official sponsor is a soldier in high uniform. But Piemonte remains one of the regions where prevention tests are more expensive, in which many high-risk "marginals" categories are not entitled to either tampons or the vaccine. So many racialized people have been cut off for a simple bureaucratic factor that would be easily solved ... just to want it! But governments are only interested in saving the profits of companies and speculators, and in raise consumistic tourism, which doesn't matter to the well-being of people and territories.

For now, vaccine is the only existing solution to stop the covid-19 pandemic, but this does not mean that it must be considered the only or infallible.
Being able to live these months while protecting oneself and communities is a fundamental requisite also for mental health, and it is possible to do so only thanks to a different health model: territorial, accessible, preventive!

WE NEED A DIFFERENT IDEA OF HEALTH!

------------------------------------------------------------------------------
(ITA)

Il Mini Ambulatorio dello Spazio Neruda si occupa di
visite di base
sportello informativo
reindirizzamento sul sistema sanitario pubblico nazionale e sui servizi esistenti

E' nato il 18 marzo a seguito delle riflessioni e delle relazioni strette nel lockdown a causa della pandemia da covid 19. Abbiamo assistito a una gestione della pandemia volta a salvare profitti e flussi di denaro, invece che il benessere collettivo.

Assistiamo all’aggravarsi di situazioni sociali, e anche sanitarie per l’incuria di malattie che ora vengono considerate “minori” rispetto al covid.

A causa della continua privatizzazione e tagli alla sanità, il sistema sanitario nazionale è inefficiente e escludente rispetto alle fasce di popolazione più impoverita. La pandemia ha esasperato questa situazione e questa differenziazione, causata anche dall'assenza di presìdi di medicina territoriale e un razzismo strutturale in tutte le istituzioni.

Con questo progetto vogliamo dare una risposta concreta a questo problema, ma anche costruire una lotta che si opponga a questo stato di cose! Medic, infermier e specialist* del settore hanno risposto al nostro appello hanno reso possibile tutto questo!

Ci trovate
Tutti i giovedì
Dalle 18.30 alle 20.30
Corso Ciriè 7

Vi aspettiamo su appuntamento, chiamando al numero 351 172 8985!

(ENG)

The Neruda's Mini Clinic takes care of
basic visits
information desk
redirection to the national public health system and existing services

It was born on 18th March as a result of reflections and relationships closed during covid-19 pandemic lockdown. We had seen a management of the pandemic aimed at saving profits and cash flows, rather than collective well-being.

We are seeing social and even health situations worsening. Many diseases are now considered "minor" compared to covid and they are not properly treated.

Due to continued privatization and cuts to public health, the National Health System is inefficient and exclusive of the poorest sections of the population. The pandemic has exacerbated this situation and this differentiation, also caused by the absence of territorial medicine presidia and structural racism in all institutions.

With this project we want to give a concrete answer to this problem, but also to build a struggle that opposes this state of affairs! Doctors, nurses and health specialists responded to our call and made it all possible!

You find us
Every Thursday
From 18.30 to 20.30
Corso Ciriè 7

We are waiting for you by appointment calling 351 172 8985!