Tre giornate contro le tecno-scienze

Programma Tre giornate contro le tecno-scienze 23-24-25 luglio

TRE GIORNATE CONTRO LE TECNO-SCIENZE
23-24-25 Luglio 2021
2° Incontro internazionale
presso Altradimora, strada Caranzano 72, Alessandria (AL), Italia

VENERDI’ 23

13.00 pranzo
15.00 Presentazione dell’incontro
15.30 Introduzione a cura di Resistenze al nanomondo

L’immunità e la macchina
Contributo di Sarajevo (Atene)

Mondo-Laboratorio: dall’emergenza sanitaria alla dittatura tecno-sanitaria
Contra Toda Nocividad (Madrid)

Come risultato dell’”emergenza sanitaria” decretata praticamente in tutto il pianeta, le nostre vite sono state regolate e strutturate sotto gli imperativi della salute: allontanamento sociale, confinamento, maschere, “vaccini”, relazioni virtuali, ecc. Tutte queste misure farmacologiche e non farmacologiche sono state prese da una visione sanitario-securitaria e autoritaria da parte della tecnocrazia sanitaria. Misure che sono solo ed esclusivamente ideologiche e politiche e che in nessun caso mostrano miglioramenti nella salute della popolazione.
La storia catastrofica dei media e delle autorità ha significato l’esposizione ad alte dosi di paura e terrore di gran parte della popolazione che ha accettato questa dittatura sanitaria, ci chiediamo se avrebbe accettato con la stessa sottomissione una dittatura di qualsiasi altro tipo. Questa storia catastrofica ci ha portato a uno scenario di guerra in cui abbiamo visto l’invasione dello spazio da parte dell’esercito e l’accelerazione delle misure e delle leggi repressive. Nel corso di questa guerra contro il ‘virus’ il nemico da battere sono i nostri stessi corpi patologizzati e possibili portatori del ‘virus’, concentreremo il discorso sulla critica di questo attacco al nostro corpo e soprattutto al nostro sistema immunitario che coinvolgerà misure farmacologiche. Soprattutto la terapia genica, che si nasconde dietro i “vaccini” mRNA, che significherà l’espropriazione del nostro sistema immunitario, la meccanizzazione e la conversione del nostro corpo in una fabbrica di farmaci al servizio dell’industria farmaceutica e l’alterazione cellulare-genetica del nostro corpo che porterà ad una vera epidemia di malattie autoimmuni.

20.00 cena

21.00 Proiezione del documentario La bioetica e la nuova eugenetica di James Corbett
A prima vista, la bioetica potrebbe sembrare solo un altro ramo della filosofia etica in cui gli accademici discutono all’infinito con altri accademici su quanti angeli ballano sulla testa di uno spillo in scenari lontani e fantascientifici. Quello che molti non sanno, tuttavia, è che l’apparentemente benigno studio accademico della bioetica ha le sue radici nell’oscura storia dell’eugenetica. Con questa conoscenza, i pericoli insiti nell’affidare alcune delle più importanti discussioni sulla vita, la morte e la salute dell’umanità nelle mani di pochi eletti diventano ancora più evidenti.

SABATO 24

8.00 colazione

Dalle 9.00
Il Grande Reset del capitalismo
Daniela Danna, ricercatrice, Lecce

Tutto oggi si vuole riversare nella dimensione virtuale con la digitalizzazione di ogni cosa: è la duplicazione virtuale del mondo, che rappresenta il sogno delle multinazionali e degli Stati e l’incubo dell’umanità. È il Grande Reset: resettaggio cioè riaggiustamento, azzeramento, annullamento, cancellazione e ricomposizione di un’umanità resa controllabile in ogni momento dell’esistenza per mezzo dell’Internet delle cose, che si sta costruendo con la tecnologia 5G. È questo che il Forum Economico Mondiale di Davos, l’accolita di proprietari e manager delle più grandi compagnie multinazionali insieme a politici di gran calibro come Ursula von der Leyen, presidente della Commissione dell’Unione Europea, ha pianificato e comincia a realizzare volendo spingere fino in fondo la Quarta rivoluzione industriale, persino con la “digitalizzazione dell’agricoltura” promossa dalla FAO.


Lo ‘Stato di Emergenza’ dell’Isola delle Prigioni e la lotta contro il 5G

Contributo sulla 4° e 5° Rivoluzione industriale del 325/Dark Nights Collective (UK)

Un mondo senza madri?
Silvia Guerini, Resistenze al nanomondo

Con l’utero artificiale il laboratorio della vita diventato sistema vuole prescindere dalla realtà del corpo di donna, dalla realtà della dimensione della procreazione, prescindere dalla realtà per dominarla e modificarla. In questo senso fra totalitarismo e biotecnologie non c’è nessuna differenza, trasformano la realtà esistente senza tenerne conto. Procreazione medicalmente assistita, selezione embrionale, sperimentazioni su embrioni, modificazioni genetiche, utero artificiale, sono tutti aspetti profondamente interconnessi del medesimo mondo transumanista, salvarne uno significa comunque farlo procedere nella stessa direzione che, prima o poi, si estenderà a ogni dimensione della nostra vita e dell’intero vivente.

12.30 pranzo

Dalle 15.00
I lati oscuri del 5G e della Gigabit society
Maurizio Martucci – Promotore e portavoce nazionale dell’Alleanza Italiana Stop 5G

Cosa sappiamo davvero del 5G? E dei suoi effetti, cosa conosciamo? E’ vero che scientificamente non esiste il rischio zero? E della salute pubblica, dell’ambiente e della privacy, che ne sarà quando ci ritroveremo costretti a vivere nelle Smart Cities sommersi da una sommatoria multipla, cumulativa ed inesplorata di radiofrequenze? Intelligenza Artificiale e algoritmi, come cambieranno il modello sociale nel nuovo paradigma di controllo digitale e capitalismo della sorveglianza? Cosa c’entrano geopolitica e strategie militari con l’Internet delle cose? E perché, nell’era del grande virus, automazione, smart working e robotica ci stanno traghettando nel transumanesimo? Ma soprattutto, perché sempre più cittadini, esperti, medici e scienziati di tutto il mondo si mobilitano per contrastare l’avvento del wireless di quinta generazione? E perché in Italia oltre 600 Comuni si sono opposti al 5G? Chi sono i tecnoribelli?
Per avere una panoramica complessiva sui pericoli nascosti dietro al grande cambiamento, quel grande reset che governi e multinazionali indicano come indispensabile per finire nel migliore dei mondi possibili.

La società cibernetica
Resistenze al nanomondo

Un costante controllo algoritmico, per il buon funzionamento delle cose, che ci inserisce in un’architettura tecnica facendo in modo che il funzionamento delle cose, tanto microscopico quanto macroscopico, prenda la direzione programmata, un’amministrazione automatizzata delle condotte in cui l’architettura della matrice basterà da sola a contenere ogni comportamento divergente. Una società di stampo igienista priva di errori dove tutto è disciplinato e livellato, dove gli algoritmi ci rivelano la verità delle cose e degli eventi. Noi stessi, la nostra esperienza e i nostri corpi sono ridotti a dati ed equazioni diventiamo parte della macchina.

20.00 cena

DOMENICA 25

8.00 colazione
9.00 Quale resistenza in tempi di software per la vita?
Introduzione a cura di Resistenze al nanomondo (Bergamo)
con intervento di Prinz Eugen (Torino)

Una tavola rotonda a più voci per confrontarci su come resistere alla nuova normalità pandemica, a una società tecno-sanitaria e all’attacco ai corpi con i così detti vaccini che non sono altro che piattaforme di riprogrammazione genetica. Questo momento vuole essere un invito a gruppi e singoli a portare le loro esperienze.

13.00 pranzo

Come arrivare
In auto: Da Genova con l’autostrada per Alessandria si esce a Ovada, si procede verso Acqui Terme e poi si prende per Rivalta Bormida. Passati i paesi di Trisobbio e Rivalta Bormida al bivio per Cassine si prosegue per due kilometri e poi si trova l’indicazione per Caranzano. Da Milano si esce ad Alessandria sud e si seguono le indicazioni per Acqui e Cassine, dopo Cassine c’è il bivio per Caranzano. Da Torino stessa strada.
In treno: Treno per Acqui Terme, vi veniamo a prendere alla stazione, si prega di contattarci sulla email per accordarci con largo anticipo e di arrivare non durante gli orari degli interventi.

Il costo per soggiornare nella struttura che prendiamo in affitto è di 5 euro al giorno, per le tre giornate sono 15 euro.

PER TUTTA LA 3 GIORNI:

  • CIBO SENZA SFRUTTAMENTO ANIMALE E SENZA
    VELENI A SOTTOSCRIZIONE

  • MOSTRE E DISTRIBUZIONI DI MATERIALE
    INFORMATIVO: PORTA LIBRI, GIORNALI, TESTI

Il luogo dove si svolgerà l’incontro, Altradimora, (www.radiodelledonne.org/altradimora) è una casa con dei posti letto, porta sacco lenzuolo e asciugamani. Vi è anche la possibilità di mettere delle tende nel prato davanti casa.
Aiutaci ad organizzare l’incontro al meglio, diffondendo il più possibile questo programma e facendoci sapere in anticipo della tua presenza.

Per informazioni e contatti:
www.resistenzealnanomondo.org, info@resistenzealnanomondo.org
www.facebook.com/3giornatecontroletecnoscienze/