Campeggio Studentesco No Tav 2019
Fri, 19 July (16:00) - Wed, 24 July - 3 months ago
Presidio NO TAV di Venaus (TO) -
CAMPEGGIO NAZIONALE STUDENTESCO NO TAV
Dal 19 al 24 luglio 2019
Presidio NO TAV Venaus

Ecco il programma (può subire variazioni).

●VENERDÌ   19
h.9   Accoglienza al campeggio  
h.15 Assemblea di apertura
h.16 Fridays For Future Val susa
h.19 Apericena ai cancelli di Chiomonte 
h.22 Concerto

● SABATO 20 
h.10 Momento di formazione sulla crisi climatica con esperto
h.13 Pranzo
h.15 Assemblea: Ambiente e territori 
Visto il recente movimento creatosi intorno alla tematica ambientale, analizzare come student* la tematica del cambiamento climatico e della distruzione ambientale in relazione ai fattori politici, sociali e culturali.
Comprendere dunque, come declinare la lotta generazionale contro questo fenomeno.
h.21 Passeggiata in Clarea

● DOMENICA 21 
h.10 Assemblea: Tavolo sul Genere
 Crediamo che in un momento come questo, in cui la mentalità patriarcale è quanto mai istituzionalizzata, sia molto importante trattare la questione di genere, e riteniamo che sia necessario che a farlo siano in prima persona le donne. Per questo durante la mattinata si terrà un'assemblea aperta alle sole ragazze mentre in un secondo momento ci confronteremo tutte e tutti insieme
h.13 Pranzo
h.15 Assemblea No Tav: A che punto è il progetto? Come portare avanti la lotta?( a cura del Comitato giovani no tav)
h.20 Cena
h.22 Serata  Karaoke

● LUNEDÌ 22
h.10 PASSEGGIATA  + RACCONTI DAL MOVIMENTO NO TAV                    
    ( durata tutto il giorno)
h.20 Cena

● MARTEDÌ 23
h.10 Assemblea: Tavolo Scuola
Le modifiche che in questi anni hanno colpito il mondo della formazione sono molte e colpiscono ogni ambito della vita dello studente. Il dibattito sulla scuola continua ad essere vivo e ricco di riflessioni, crediamo però ci sia la necessità che si inizi una analisi collettiva più approfondita, che metta realmente in luce le conseguenze di questo cambiamento e il ruolo che ogni studente e studentessa ha all'interno della realtà scolastica. Torneremo poi ad affrontare il tema del tempo e degli spazi con l'intento di rompere il ricatto e di conquistarci insieme il riscatto. Provando ad intrecciare il dialogo sulla scuola con i dibattiti sui grandi movimenti globali che hanno caratterizzato l'ultimo anno: il tema  ambientale e di genere, cercando una chiave di lettura trasversale che comprenda tutti i temi affrontati durante il campeggio.
h.13 Pranzo
h.15 Arrampicata: Boulder in Val Clarea
h.20 Cena
h.22 Serata Trash e Trap 

●MERCOLEDÌ 24
h.10 Assemblea di chiusura 
Montaggio per il Festival 
dell'Alta Felicità 


ATTENZIONE: Per chi volesse c'è la possibilità di arrivare già dal 18  luglio, per sistemarsi con calma, ma non saranno garantiti i servizi di cucina  

:::::::::::::::::::::::::::::::FREE CAMPING:::::::::::::::::::::::::::.
::::::::::::::::::BAR e CUCINA A PREZZI ANTICRISI::::::::::::

info:
 Studaut
Mostra meno

    Cause

Post recenti
StudAut — PERCHE' PER ESSERE AMBIENTALISTI BISOGNA ESSERE NO TAV ?Di TAV ne sentiamo parlare e riparlare quotidianamente; con l'avvento del governo giallo-verde, la questione ha assunto vesti nuove; costantemente interdetta tra un M5S (passivo e inesistente) sedicente NO TAV e una Lega Salvini, che tra le mille posizioni assunte nel corso degli anni, per una questione strategica, ad oggi si sta battendo duramente affinchè sia fatta.Secondo i favorevoli all'opera, questo progetto porterebbe ad un aumento dell'impiego, quindi a una crescita economica, maggiore benessere ed una diminuzione dell'inquinamento prodotto dal trasporto di merci su gomma. Le affermazioni appena citate, che rappresentano le vertenze portate avanti dai SI TAV sono totalmente infondate, poiché: -il traffico di merci non è sufficiente tra Italia e Francia, anzi dal 1997 i traffici su rotaia si sono ridotti del 71% e il traffico complessivo (treno e gomma) si è ridotto del 17, 7%. -Una linea ferroviaria ad alta velocità sarebbe superflua, dato che non c'è effettivamente bisogno di trasportare merce. - Attualmente esistono già numerose ferrovie tra Italia e Francia, inutilizzate, trascurate e spesso colpite da incidenti, anche gravi, dovuti alla mancanza di manutenzione.Per quanto riguarda i posti di lavoro, verrebbero creati per un'opera che come visto é totalmente inutile, mentre ci sarebbero moltissimi problemi pubblici da risolvere in cui investire forza lavoro tra cui metropolitana, strade e servizi pubblici inesistenti o insufficienti.Non gioverebbe a nessuno, dato che il biglietto del treno sarebbe molto costoso, mentre i servizi pubblici della nostra città sono terribili e hanno prezzi molto alti. Sarebbe un progresso solo per una minima, privilegiata parte della popolazione.La costruzione del TAV, secondo le stime, durerà 15 anni durante i quali verrà emessa nell'aria 1 milione di tonnellate di CO2 all'anno, con un totale di 15 milioni di tonnellate di CO2. Ricapitolando, per far si che il TAV sia ecosostenibile per i successivi 12 anni dalla costruzione del progetto, il treno dovrà essere costantemente carico. É praticamente impossibile, considerando i dati del traffico di merci tra Italia e Francia. Secondo questa logica dovremmo produrre moltissima merce, e come sappiamo é proprio questa sovrapproduzione di merce inutile che sta portando alla distruzione del nostro pianeta ed è ciò che incrementa il capitalismo. Ci vorrebbero quindi 27 anni (15 di costruzione e 12 di utilizzo totale del mezzo) affinché i danni dovuti alla costruzione si elidano in parte. Senza contare i costi in termini ambientali di costruzione dei materiali di cui il treno è composto. Secondo le stime degli scienziati abbiamo ancora 12 anni per rimediare all'inesorabile innalzamento della temperatura, che se dovesse raggiungere 2°C, causerebbe gravissimi danni a livello mondiale: la temperatura del nostro pianeta si è già alzata di 1,5°CIn Italia oltre al TAV sono presenti molte altre grandi opere, tra cui:°Il MUOS, che consiste nell'installazione di comunicazioni satellitari militari ad alta frequenza, controllata dagli USA; le onde elettromagnetiche danneggia la ionosfera devastando non solo l'ambiente ma anche la salute umana. °Altra grande opera è la Tap, il gasdotto trans-adriatico che attraversa Grecia, Albania e Italia, che trasporta gas naturale. Il gasdotto occupa 55 km della costa del Salento e ha creato danni all'ambiente, al paesaggio e agli ecosistemi.°Troviamo anche l'ILVA, a Taranto che rilascia diossina nell'aria, che tra il 2017 e il 2018 è aumentata del 916%. La diossina è una sostanza chimica altamente inquinante e devastante per la salute, fonte di malattie ai polmoni, al fegato, causa deformazioni nei feti e molto altro.°Ma anche le grandi navi da crociera nei dintorni di Venezia, che passano nella laguna di S. Marco e causano notevoli danni all'ecosistema.Il movimento f4f si è riunito a Milano ... (data)e ha finalmente stabilito la sua opposizione a tutte quelle grandi opere che distruggono l'ambiente, la salute nostra e delle generazioni future, e che costituiscono un grandissimo spreco favorevole solo al profitto di mafie e multinazionali. Non possiamo restare indifferenti, stiamo parlando del nostro futuro del nostro presente.Ci ritroviamo a lottare per sopravvivere, è ingiusto ma necessario.Schierarsi è indispensabile, ora e sempre NO ALLE GRANDI OPERE INUTILI.
6 giugno 2019 alle ore 06:41
Continua a leggere
Vedi tutti i post
Informazioni su StudAut
StudAut
Organizzazione politica
www.studaut.it Il network delle lotte studentesche
Informazioni sulla location
Presidio Venaus
Luogo storico e punto di interesse · Piace a 923 persone
Accedi alla Pagina
Galleria
L'immagine può contenere: cielo e spazio all'aperto
Nessuna descrizione della foto disponibile.
Nessuna descrizione della foto disponibile.
L'immagine può contenere: 8 persone, persone che sorridono, folla e testo
L'immagine può contenere: una o più persone, folla e spazio all'aperto
Vedi tutte le foto

    StudAut

1 post nella discussione
Vedi la discussione
campeggionotav

Add to calendar
🔖 0✊ 0
Comments - Interact with me on fediverse at gancio@gancio.cisti.org