PRESENTAZIONE DI "PESTIFERA LA MIA VITA"
a month ago
Giardini della Palazzina Einaudi
Corso Regina Margherita 64, Torino
aperitivobenefitClaudioLavazzadibattitoincontrointernazionalismolottapresentazione libroSolidarietàtutteliberetuttiliberi

MERCOLEDI’ 25 MAGGIO DALLE 17:30

Aperitivo benefit

A seguire presentazione di “Pestifera la mia vita” con la Cassa Anti-Rep delle Alpi Occidentali.

Claudio Lavazza è un anarchico d’azione che ha passato gli ultimi 25 anni nelle carceri spagnole e francesi. Militante nel tumulto armato degli anni ‘70, dopo il carcere in Italia per le attività dei PAC (Proletari Armati per il Comunismo), la sua vita si è sondata tra clandestinità, latitanza e un’ostinata e mai interrotta inimicizia nei confronti di banche e autorità, una sempre pronta solidarietà nei confronti dei movimenti sovversivi che ha incontrato sul suo cammino.

Arrestato del 1996 in Spagna, dopo il conflitto a fuoco in seguito ad una rapina in banca andata male, si è impegnato nella battaglia contro il carcere speciale dello Stato spagnolo, il regime FIES a cui è stato sottoposto per 8 anni. Dopo 24 anni di reclusione viene estradato in Francia dove lo attendeva una condanna a 10 anni per un gran colpo avvenuto in una filiale della Banca di Francia nel 1986. Nonostante la legislazione Europea stabilisca che il cumulo di pena espiata in Spagna possa assorbire questa condanna, e Claudio dovrebbe essere libero dallo scorso 11 Dicembre, la procuratrice incaricata del suo caso continua con scuse e pretesti a prendere tempo in merito alla scarcerazione di Claudio.

L’ennesima vendetta de Stato per punire un rivoluzionario coerente che non ha mai rinnegato il suo passato e continua a rivendicare la necessità ed il valore della lotta contro lo Stato e il Capitale.

Un’esperienza ultratrentennale, che unisce senza ripensamenti le lotte di ieri a quelle di oggi, con una visione concretamente internazionalista e ostinatamente radicale. Radicale come quei valori e quei desideri che, malgrado paura e rassegnazione sembrino regnare sovrani nel nostro angolo di mondo, restano tutt’oggi imprescindibili e ogni giorno più urgenti da realizzare.