Presidio Solidale per l'inizio del processo dell'Operazione Scintilla
14 days ago
Tribunale di Torino
Corso Vittorio Emanuele II, 130, 10128 Torino
no cprnocprpresidiosolidarietàtorino

Presidio Solidale davanti al Tribunale di Torino il 7 ottobre, ore 10:30
Presidio davanti al CPR di Torino il 9 ottobre, ore 16
                                                        
Il 7 febbraio 2019 scattava a Torino l’operazione Scintilla.
Quel giorno veniva sgomberato l'Asilo, occupazione storica nella quale
si sono organizzate negli anni diverse lotte che hanno attraversato i
quartieri di Aurora e Barriera di Milano. La reazione a quello sgombero
è stata forte e determinata e ha coinvolto centinaia di persone che nei
giorni e nei mesi successivi hanno dato vita a iniziative e azioni di
solidarietà.

L’indagine della Procura ruotava intorno alla lotta contro i centri di
detenzione per immigrati, da sempre viva in città come altrove, dentro e
fuori queste strutture. Non si può tenere il conto delle rivolte che il
centro di Corso Brunelleschi ha subito dalla sua apertura, danneggiato e
devastato dalla rabbia dei reclusi, mentre all’esterno si è sempre
provato a supportare i rivoltosi, rimarcando il ruolo di questi luoghi
nei meccanismi di sfruttamento ed esclusione.
Nel corso degli ultimi due anni di indagini per l'operazione Scintilla,
otto compagni e compagne vengono arrestati con l’accusa di associazione
sovversiva, istigazione a delinquere e alcuni reati specifici, tra cui
attacchi incendiari a bancomat delle poste italiane, plichi esplosivi
destinati a ditte collegate al funzionamento dei centri per rimpatrio e
incendio in concorso con alcuni reclusi del cpr.

Negli ultimi anni il Cpr di Torino rimane un luogo di reclusione e
soprusi, dove le persone muoiono inspiegabilmente, come successo lo
scorso maggio a Musa Balde, e contro il quale i reclusi continuano a
rivoltarsi e incendiare le loro gabbie. Per questo c'è ancora chi in
città porta solidarietà fuori da quelle mura e lotta per la loro
distruzione.

Il 7 ottobre ci sarà la prima udienza del processo che vede ora imputati
18 compagne e compagni. In quell'occasione ci troveremo fuori dal
Tribunale di Torino per un presidio di solidarietà per non lasciare solo
chi va a processo e per ribadire che lottare contro i Cpr è più che mai
necessario.

L'appuntamento è per le ore 10 e 30 davanti al Tribunale di Torino in
via Giovanni Falcone.

Ci preme mandare tutta la nostra solidarietà a Natascia, compagna
imputata nell'operazione Scintilla ma detenuta per l'operazione
Prometeo, che ha visto richiedere qualche giorno fa dalla Procura di
Genova nei suoi confronti e di altri due compagni oltre 17 anni di
carcere.