ASSEMBLEA CITTADINA PER LA CASA - 16 MAGGIO H 18.00
ASSEMBLEA CITTADINA PER LA CASA - 16 MAGGIO H 18.00

Discutiamo insieme del problema abitativo in città.

Tra sfratti, caro affitti, studentificazione e turistificazione la casa è diventata ormai un lusso!

Confrontiamoci ed organizziamoci affinché sia un diritto garantito!

Negli ultimi decenni si è assistito a un costante e progressivo abbandono delle politiche di welfare abitativo. Si è disinvestito sistematicamente nel patrimonio di edilizia residenziale popolare (ERP), con la conseguente svendita di tali risorse, e la dismissione di fondi cruciali come quello destinato alla gestione della morosità incolpevole.

Questa tendenza è aggravata ulteriormente dall'accumularsi di altri fattori destabilizzanti.

In particolare, l'aumento spropositato e ormai incontrollato dei canoni di locazione ha reso l'accesso all'abitazione un privilegio sempre più elitario, l'incessante precarizzazione del mondo del lavoro ha minato la sicurezza economica di intere fasce della popolazione, creando uno stato di incertezza e vulnerabilità diffuso.

Allo stesso tempo il mancato adeguamento delle retribuzioni salariali all'inflazione degli ultimi trent’anni, unito alla precarizzazione del mondo del lavoro, ha eroso il potere d'acquisto dei lavoratori, mettendo a repentaglio la loro stabilità economica e sociale.

Recentemente, inoltre, l'emergere di una vera e propria economia di guerra ha ulteriormente esacerbato la precarietà e l'insicurezza delle persone, minando la fiducia nella stabilità e nel benessere futuri.

In questo contesto, la diffusione sempre più ampia di fenomeni come la gentrificazione, la turistificazione e la studentificazione dei centri urbani crea un ulteriore aggravarsi del disagio abitativo.Questi fenomeni, infatti, favoriscono, oltre all’aumento esponenziale dei costi abitativi, un radicale cambiamento del tessuto sociale urbano trasformando quartieri tradizionalmente popolari in zone residenziali di lusso, appartamenti dedicati esclusivamente al turismo e studentati dai costi accessibili a pochi privilegiati, contribuendo significativamente ad aumentare delle disparità tra chi è sempre più in difficoltà economica e chi continua ad arricchirsi sempre di più.

Nel 2024 a Torino, gli sfratti hanno raggiunto livelli record, con 6.000 casi di sfratto in corso e 20.000 nuclei familiari che lottano ogni giorno per pagare l’affitto, con spese per la casa che superano il 50% del reddito. Più del 90% degli sfratti sono per morosità incolpevole, evidenziando che le persone coinvolte non possono permettersi di pagare l'affitto. Questo mette in luce una situazione di estrema difficoltà nella quale le famiglie devono scegliere tra pagare l'affitto e soddisfare altre necessità vitali come il cibo o le cure mediche.

La crescente criminalizzazione della povertà, nasconde le responsabilità dei governi nazionali e locali nella gestione del problema abitativo che attraverso l’attuazione di politiche insufficienti ed inefficaci spacciate come “innovative” si traducono in disinvestimento nel welfare abitativo e dei sostegni al reddito.

Tutti questi elementi, combinati insieme, dipingono un quadro sociale allarmante, caratterizzato da una crescente disparità economica e sociale, nonché da una diffusa instabilità che mina i fondamenti stessi della coesione sociale.

Su queste premesse avvertiamo la forte necessità di portare alla luce un tema così cruciale per la vita di moltissime persone e di costruire un momento di confronto con le realtà ed i singoli che condividono una visione di società che superi le sempre più ampie disparità sociali ed economiche che permeano i tempi in cui viviamo.

Vi aspettiamo giovedì 16 MAGGIO alle H 18:00 al Cecchi Point (via Cecchi, 17- Torino) per una ASSEMBLEA CITTADINA SUL DIRITTO ALL’ABITARE!

2 days ago
Cecchi point
Via antonio cecchi 17